“Una voce per la Sicilia”, grandi talenti per la finale: premiati Hayda Patola, Marta Barrano e Riccardo Guardabasso

Tre ore e mezza di spettacolo puro con diciannove aspiranti cantanti in gara che hanno emozionato il pubblico presente e conquistato con il loro talento i giudici Marco Vito, Ivan Lazzara e Peppe Arezzo.

Si è conclusa ieri sera la seconda edizione del concorso canoro “Una voce per la Sicilia”, ideato e presentato da Emanuele d’Angeli insieme a un’elegante Adriana Fazio. Tre le categorie in gara: Junior, Giovani e Senior, alle quali sono andati i premi della critica, della stampa e di facebook. Tantissime le canzoni portate sul palco del teatro Eschilo, preziosa cornice per il secondo anno consecutivo dell’evento. A prevalere la grande musica italiana con Mina, Battisti, Nina Zilli, Malika Ayane, ma anche Christina Aguilera, Alicia Keys e molti altri.

Ad aggiudicarsi il primo premio per la sezione Junior è stata la piccola Hayda Patola, di dieci anni, che ha conquistato i giudici con la sua tenerezza, ma soprattutto con la sua voce matura e precisa, nonostante l’età.

Primo posto per la sezione Giovani, invece, a Marta Barrano, che ha magistralmente interpretato un brano di Giorgia, arricchendolo di personalità e tecnica, molto apprezzata dai giudici.

Per la categoria Senior, infine, la coppa è andata a Riccardo Guardabasso, al quale è andato il 10 di uno dei giudici per l’interpretazione e l’intensità con cui è riuscito a emozionare tutto il pubblico presente.

Il premio stampa, affidato dalla giuria composta dai giornalisti Daniela Pellegrino (per la nostra testata), Orazio Accomando (per il Corriere di Gela), Luca Maganuco (per il Quotidiano di Gela), Fabrizio Parisi (per Radio Bella Fm), Jerry Italia (per Rete Chiara), Enzo Emmanuello (per Tensivamente) e Massimo Sarcuno (per Today 24), è andato alla piccola Chiara Occhipinti, che ha stupito per le sue note blues.

Premio della critica, invece, affidato al giudizio del Sindaco Domenico Messinese, del vicesindaco Simone Siciliano e degli assessori Francesco Salinitro ed Eugenio Catania, è andato alla voce graffiante di Alyssia Patola.

Premio facebook, infine, per Zaira Di Grazia, assente ieri sera per motivi familiari.

Durante la serata, spazio anche alla magia con un numero di illusionismo di Emanuele d’Angeli, sempre più preparato e maturo nelle sue esibizioni. A curare le coreografie nel corso dello spettacolo la maestra Claudia Abbate dell’Opificio artistico. Soddisfatti i due presentatori per la riuscita della serata, che hanno salutato il pubblico del teatro dando appuntamento al prossimo anno con la terza edizione di “Una voce per la Sicilia”.

Le iscrizioni sono già aperte, chi volesse partecipare potrà farlo contattando la pagina facebook ufficiale del concorso.