UniCt: i corsi di laurea in Informatica ottengono il “Bollino Grin”, un marchio di qualità

Anche per il 2018 i corsi di studio in Informatica triennale e magistrale dell’Università di Catania hanno ottenuto la certificazione di qualità del GRIN. Ad oggi solo 12 corsi di laurea triennale (su 47) e 10 corsi di laurea magistrale (su 38) in Informatica, a livello nazionale, hanno ottenuto il “Bollino Grin” rilasciato dal GRuppo di Informatica, l’associazione senza fini di lucro che dal 1990 raggruppa tutti i docenti e i ricercatori di Informatica italiani.

“Il risultato raggiunto – spiegano i presidenti dei cdl in Informatica Filippo Stanco (triennale) e Salvatore Riccobene (magistrale) del dipartimento di Matematica e Informatica – conferma il capillare lavoro svolto in questi anni per tenere sempre aggiornata la qualità dell’offerta formativa. I corsi di Informatica dell’Università di Catania, infatti, hanno sempre ottenuta tale certificazione, sin da quando è stata istituita”.

Gli obiettivi del Grin – che ha sede a Pisa al Dipartimento di Informatica dove nel 1969 fu istituito il primo corso di laurea in Informatica – sono l’organizzazione, il coordinamento e la promozione delle attività scientifiche e didattiche istituzionali dei docenti universitari di Informatica. Una delle attività del Grin, ormai consolidata da diversi anni, è l’erogazione del cosiddetto “Bollino”, un riconoscimento di qualità assegnato dalla comunità degli informatici ai corsi di studio che rispettano i parametri concordati all’interno della comunità stessa. L’associazione ha introdotto il Bollino a partire dal 2004 per fornire, sia agli studenti, sia al mondo del lavoro, uno strumento di supporto e di orientamento di fronte alle numerose lauree attinenti all’informatica, erogate dalle università italiane. A partire dal 2005, il Bollino Grin ha ricevuto il patrocinio della Crui (Conferenza dei Rettori delle Università Italiane) e viene erogato in collaborazione con l’Aica (Associazione Italiana per l’Informatica ed il Calcolo Automatico).

La certificazione di qualità dei contenuti si basa su un insieme oggettivo di criteri che definiscono quanta informatica viene obbligatoriamente erogata nel corso di studi, quali argomenti vengono trattati, per quante ore di didattica e quanti docenti del settore scientifico-disciplinare INF/01 (Informatica) sono presenti. Per il 2018 l’erogazione del bollino è stata profondamente rivista, subordinandola al rispetto di parametri ancora più stringenti, basati, relativamente ai contenuti didattici, a quanto previsto da un apposito documento della Association for Computing Machinery (ACM, the world’s largest educational and scientific computing society, delivers resources that advance computing as a science and a profession) in collaborazione con la IEEE Computer Society; il documento, denominato “Computer Science Curricula 2013 -Curriculum Guidelines for Undergraduate Degree Programs in Computer Science”, è stato redatto partendo da una indagine sulle offerte formative delle principali università di tutto il mondo. La certificazione di qualità dei contenuti del Grin definisce quindi un vero e proprio marchio di qualità per la formazione informatica di livello universitario.