Università di Catania, in corsa per l’elezione del nuovo rettore

Si apre il sipario sull’elezione del nuovo rettore, che vede alla corsa del prestigioso incarico tre docenti fra i candidati.

Si tratta di Francesco Basile, ordinario di Chirurgia generale, di Filippo Drago, docente di Farmacologia e direttore del dipartimento di Scienze biomediche dell’Università di Catania e di Enrico Foti, ordinario di Idraulica e direttore del dipartimento di Ingegneria civile  e architettura dal 2014 nonché senatore accademico. Tre nomi, tre volti e tre linee di impegno diverse che è bene approfondire. Punterà sulla centralità degli studenti Francesco Basile, la cui candidatura si pone in continuità con la  linea del rettore Pignataro. “Bisogna migliorare e ottimizzare la linea della didattica, che è già a buon livello – ha precisato Basile – ma occorre verificare che tutto funzioni bene e che ci sia un rapporto docente-discente ottimale”. Mirerà invece a valorizzare la ricerca il secondo candidato alla nomina di rettore, Filippo Drago, che ha ammesso: “Se la ricerca avrà lo spazio e il potenziamento che è necessario che abbia, avremo una migliore qualificazione a livello nazionale tra gli atenei italiani”. Compiuta pacificazione, clima di serenità e credibilità dell’ateneo saranno invece gli obiettivi principali di Enrico Foti. “Ho  ritenuto di mettermi a  disposizione della comunità universitaria candidandomi alla carica di  rettore – ha affermato Foti – affinché tutti insieme si possa restituire a questa Università il prestigio e il ruolo che le spettano per lunga tradizione”. La prima votazione, resa  necessaria dopo la sentenza del 29 luglio che dichiarava illegittimo lo Statuto dell’Università di Catania e che  ha azzerato la carica del Dott. Giacomo Pignataro, si terrà il 1° febbraio 2017. Il nuovo eletto guideràl’Ateneo catanese nel sessennio 2017/2023, tra i candidati non figura il nome dell’ex rettore, che ha annunciato con una lunga lettera le ragioni del ritiro inaspettato della sua candidatura. “È stata intensificata una campagna violenta, fatta esclusivamente di minacce – si legge tra le dichiarazioni di Pignataro –  e di dubbi insinuati nei corridoi, contro la mia candidatura. Sono state preannunciate nuove iniziative giudiziarie, tese a pregiudicare la mia possibilità di candidarmi o, se eventualmente eletto, a provare di far dichiarare la nullità della mia elezione. Nulla che abbia a che vedere con questioni di merito e di interesse generale dell’Ateneo. In queste condizioni, si profila una campagna elettorale che, anziché costituire un momento di confronto ampio su questioni di interesse della nostra comunità, finirà per concentrarsi su stucchevoli aspetti di (presunto) diritto[…].Certamente non voglio essere io a contribuire a questo clima torbido”.

Intanto con una petizione, lanciata online dal professore Battiato, molti docenti hanno voluto prendere le parti di Pignataro affermando che con la sua reggenza “l’ Università di Catania ha aperto una fase nuova. Dopo anni segnati da un eccesso di centralizzazione e da uno stile autoritario ma non autorevole”.

Nel periodo che va dal 9 al 27 gennaio, il decano organizzerà incontri nei vari dipartimenti dell’Ateneo per consentire ai candidati di presentare i programmi.

Francesco Basile

Francesco Basile

 

enrico foti

Enrico Foti

 

filippo drago-1

Filippo Drago

 

Articoli correlati