Università: nuove disposizioni per studenti lavoratori, atleti e disagiati

Approvato il nuovo regolamento d’Ateneo per l’Università di Catania. Diverse saranno le novità che entreranno in vigore a partire dal prossimo anno, fra queste alcuni provvedimenti di tutela nei confronti di alcune “minoranze”, vale a dire specifiche categorie di studenti quali i lavoratori, gli atleti e coloro che vivono un disagio economico, fisico e sociale. Nello specifico, si fa riferimento agli studenti con un impiego non occasionale per un periodo di almeno tre mesi durante l’anno accademico debitamente documentato, agli studenti atleti o paratleti a livello olimpico, mondiale, europeo e italiano e a coloro che vivono una situazione di difficoltà, impegnati nell’assistenza dei familiari o affetti da invalidità o padri e madri di figli fino a cinque anni di età e, se ragazze, incinte all’ottavo mese di gravidanza. A questi studentiverrà data la possibilità di poter ricevere modalità organizzative e didattiche riservate quali, ad esempio, la riduzione dell’obbligo di frequenza del venti per cento, la possibilità di sostenere gli esami negli appelli straordinari riservati agli studenti ripetenti e fuori corso e specifiche attività di supporto didattico. Queste novità sono state possibili grazie alla sinergia tra il Rettore Giacomo Pignataro, i docenti delegati alla didattica, i rappresentanti degli studenti in Senato accademico e i consiglieri al Consiglio di Amministrazione dell’Università.