Vella, sempre più lontano da Fasulo. Primi nomi rosa dell’area democratica

Non ci sarà nessun avvicinamento di Enrico Vella, al sindaco Angelo Fasulo. Vella non ha benchè minima intenzione di candidarsi come consigliere a sostegno del sindaco uscente. Troppe divergenze di idee, prima tra tutte quella dell’area mercatale affidata dall’amministrazione ad un area privata, con grande sperpero di soldi pubblici. Voci sempre più insistenti affermano che Vella farà squadra con il partito di Pino Federico. Intanto ieri sera, il consigliere comunale era presente alla prima uscita ufficiale del neo movimento politico Io cambio, rappresentato da Floriana Mauro, Valeria Caci, Francesco Lombardo e Cristian Carfì. Un partito coerente, afferma Vella, con quelli che erano i programmi del 2010 del Partito Democratico. Intanto circolano i primi nomi dei candidati consiglieri che sosterranno Fasulo alle prossime elezioni. Sicuramente presenti quasi tutti i componenti dell’area democratica presenti in giunta, tranne Rocco Giudice che aveva già comunicato di non volersi candidare. Inoltre dovrebbero essere presenti tutti gli assessori. I nomi quindi saranno sempre gli stessi, a cui si aggiungerà sicuramente quello di Giuseppe Di Crisitna, genero dell’ex deputato Lillo Speziale. Le novità riguarderanno le quote rose. Già circola il nome di Romina Morselli, di Ester Galifi, di Claudia Caizza, e anche dell’ex consigliere provinciale Alessandra Ascia.  La riforma introdotta dalla legge 215 nel dicembre scorso prevede che ciascun elettore possa esprimere due preferenze, anzichè una come previsto in precedenza, purchè riguardanti candidati di sesso diverso. Se no, la seconda preferenza espressa per un candidato dello stesso genere della prima, sarebbe nulla. L’obiettivo è chiaramente quello di favorire una maggiore presenza femminile nelle amministrazioni locali. la seconda novità rispetto alle elezioni del 2010 è il voto confermativo nei confronti del sindaco stesso.