Vento: da Gela a Butera, Ragusa e Catania la conta dei danni

Quella appena trascorsa è stata una notte intensa per i Vigili del Fuoco di Gela impegnati a rimuovere ciò che ieri si è riversato nelle strade a causa del forte vento. Rami staccati da alberi, tegole, calcinacci, cartelloni pubblicitari abbattuti. Un uomo ieri è stato travolto da un cancello in c.da Brucazzi. Un’auto è stata raggiunta da un ramo a Macchitella, colpita fortunatamente solo nel cofano, all’interno vi erano padre e figlia. Pali della luce a terra. Sempre a Macchitella tragedia sfiorata in vico Etruria, dove raffiche di vento hanno rimosso la tettoia in resina, sbalzata dal tetto di una casa e volata nel terreno di proprietà di un altro cittadino. In più punti il forte vento ha sparso per strada i sacchetti dei cumuli di spazzatura che non vengono rimossi da 15 giorni per una controversia tra Comune e gestore del servizio.

Nella vicina Butera scoperchiato il tetto di una casa, e diversi danni alle tombe del cimitero.

Lavoro straordinario per i vigili del fuoco di Catania con 80 interventi di soccorso e altrettanti in attesa di essere affrontati e ultimati. I vigili del fuoco hanno rimosso alberi dalle strada, cartelloni pericolanti, pali delle linee elettriche e telefoniche caduti, tetti scoperchiati, grondaie ed intonaci pericolanti a causa del forte vento che soffia su Catania e in provincia causando disagi.

A Caltagirone diversi alberi sono stati sradicati, sono caduti pannelli pubblicitari e coperture in metallo che si sono schiantate su vetture, e si sono divelte coperture di case creando dei larghi buchi sui tetti. L’incidente più grave è stato registrato nella centrale via Roma dove una pensilina coibentata è letteralmente volata dalla terrazza in cui era stata piazzata ed è precipitata su un’auto in transito. Il guidatore è stato colpito al volto e alle braccia.

Danni alle serre nel ragusano. Diversi gli interventi dei vigili del fuoco per rimuovere alberi nelle strade ma i maggiori danni sono nelle campagne del litorale da Scoglitti a Punta Secca dove la furia del vento ha strappato i teloni di plastica e danneggiato le colture. Per il forte vento due voli diretti a Comiso, quello proveniente da Milano Malpensa e da Parigi, sono stati dirottati a Catania.