Nursind: “Stabilizzazioni in dirittura d’arrivo, dubbi su piccoli ospedali e reparti. Vertice a Palermo

Il prossimo 11 aprile è stata convocata una riunione in assessorato regionale alla Salute con tutti i direttori e commissari straordinari per stabilire ed uniformare le procedure di stabilizzazione.  Questo quanto comunicato da Nursind, che ha partecipato all’incontro di  giovedì scorso a Palermo, nella sede dell’assessorato regionale, durante il quale si è  discusso della rimodulazione ospedaliera e dell’approvazione dell’atto aziendale.

Particolare attenzione è stata posta  al destino dei piccoli ospedali in vista dell’annunciata “riconversione” e del rischio di chiusura di diverse unità complesse.

“È stato un incontro molto proficuo per i contenuti esposti – dicono Osvaldo Barba e Giuseppe Provinzano del Nursind nisseno -. Apprendiamo che nelle prossime ore per Caltanissetta finalmente dovrebbe essere deliberata la rimodulazione ospedaliera da parte dell’Asp. Esprimiamo forti dubbi che il contenuto possa contenere tutte quelle modifiche ed integrazioni che il management uscente ha avuto modo di ricevere dagli incontri con i sindaci e con le organizzazioni sindacali. Se così non fosse – proseguono – richiederemo un incontro immediato con il commissario straordinario dell’Asp al fine di far giungere la delibera in commissione Sanità per l’approvazione definitiva e fare in modo che la stessa possa essere conforme alle esigenze e ai fortissimi disagi di un territorio oro-geograficamente complesso come quello della provincia di Caltanissetta”.

Il Nursind ha inoltre chiesto all’assessorato “di prendere contezza dei disagi economici che stanno vivendo tutti i dipendenti dell’Asp di Caltanissetta a causa degli estenuanti ritardi nei pagamenti per progetti obiettivi, indennità varie e per le attività aggiuntive che garantiscono i servizi di emergenza, come ad esempio quello del Pte di San Cataldo”.