Via Butera: bocconi di carne avvelenati per Kima. Era docile e bellissima

Un’altra tragica morte destinata ad un altro cane nella città di Gela. Questa volta si é usato il veleno. La vittima é Kima, bellissimo cane dagli occhi azzurri e pelo bianco. Kima era docile, tranquilla, socievole. Era solita passeggiare in via Butera assieme al suo inseparabile compagno Italo. Ma qualcuno ha ben pensato di mettere fine alla sua vita con del veleno per lumache nascosto appositamente in mezzo alla carne.

Nel quartiere li conoscevano tutti ormai e chiunque si avvicinava a loro per una carezza. Ma in questa città appena si vedono dei cani tranquilli, vaganti, si pensa bene di “toglierli di mezzo a modo proprio”. Del resto nessuna punizione é riservata a chi uccide un quattrozampe. A chi compie un reato come questo. L’episodio é stato raccontato da Oipa Gela. Il “sono solo dei cani” prevale su questi esseri senza alcuna morale. Kima é morta nella sofferenza più atroce ed Italo, anche lui avvelenato e lotta tra la vita e la morte. Ha suscitato grande indignazione in tutta Italia la morte del povero cucciolo preso a sassate pochi giorni fa.


“A Gela sono purtroppo diventati ordinari e lasciati impuniti, perché esistono reati di serie A e di serie B, dove la legge (quella che dovrebbe garantire la convivenza civile tra esseri viventi ) viene calpestata e disattesa in primis da chi ha l’obbligo istituzionale e morale di farla rispettare!” Hanno detto gli animalisti di Oipa.