Una via per l’ex sindaco La Rosa: stamani l’inaugurazione

Una via in ricordo del sindaco Paolo La Rosa, che fu a capo dell’amministrazione gelese nel 1966.

Questa la volontà del Centro di Cultura e Spiritualità Cristiana “Salvatore Zuppardo”, presieduta da Andrea Cassisi, che ha ottenuto dall’ex sindaco Angelo Fasulo, la possibilità di titolazione a La Rosa il viale che costeggia l’ingresso dell’Istituto Ipia Fermi, in direzione Manfria.

Stamani si é tenuta l’inaugurazione, alla presenza del primo cittadino Domenico Messinese, dei politici di allora, di Emanuele Zuppardo e delle figlie Eva e Valeria.

“Finalmente questa via ha un nome – ha detto Zuppardo -. Chiunque attraverserà questo viale si ricorderà di quest’uomo passionario che, vissuto negli anni ’50 e fino al decennio successivo, ha attraversato le alterne fortune della città”. “Ho conosciuto La Rosa grazie alle parole e ai libri di Nenè Zuppardo – aggiunge Cassisi -. È giusto che la città abbia riconosciuto un viale ad un uomo che intervenne sulla scena politica negli anni in cui le vicende sociali cambiarono la nostra città”.

“Papà – hanno detto le figlie- era un passionario. Ci ha trasmesso valori buoni, insegnandoci a stare sempre dalla parte degli ultimi. Siamo grati alla città che lo commemora con questa via e di fatto, entra, nella storia di ogni giorno, che ci appartiene e ci spinge ad interrogarci sulle vicende che furono”. “È la città – ha parlato ai presenti Messinese – che attraverso il centro Zuppardo ha voluto una via alla memoria di Paolo.

La storia ci appartiene e questi sono atti concreti che interrogano la città sulle vicende storico – politiche che l’hanno contraddistinta con le lotte dei sindacati, dei lavoratori, della società civile”.