Via Venezia poco sicura per i pedoni, cittadini chiedono che si intervenga

È una delle strade più trafficate, un’arteria che collega una parte e l’altra della città e che ogni giorno vede l’attraversamento di migliaia di veicoli, pullman, motorini e camion, negli orari consentiti. Parliamo della via Venezia, ma lo facciamo da pedoni e non da automobilisti.

Sebbene le rotonde abbiano reso più sicura e cauta la circolazione nei tratti interessati, la strada resta comunque un pericolo evidente spesso per i cittadini che la percorrono a piedi. Di questo, proprio nei giorni scorsi, abbiamo sentito parlare alcuni residenti. Le macchine spesso procedono a velocità sostenute e trovare qualcuno che si fermi alla vista di un pedone diventa talvolta un miracolo.

Da settembre inoltre sono tanti i ragazzi a piedi in quell’arteria che si avviano a scuola o aspettano l’autobus. C’è da aggiungere ancora che non si trovano marciapiedi in entrambi i lati della carreggiata e quelli che ci sono sono scoscesi e non sempre praticabili, situazione che spinge spesso la gente a camminare a bordo strada. Non dimentichiamo infine che proprio in via Venezia, in prossimità del cavalcavia, parecchi anni fa una ragazza, allora studentessa, venne travolta da un’auto mentre si accingeva ad attraversare la strada per andare a scuola. Non morì, ma subì interventi delicatissimi alla testa, trascorrendo dei giorni in coma.

Insomma non ci si sente al sicuro in via Venezia. I cittadini chiedono che l’argomento sollevato possa essere discusso seriamente da amministrazione e consiglieri comunali, affinché si provveda a rendere più sicura l’arteria per i pedoni.