Viaggio infinito nel pomeriggio per i pendolari Catania-Gela

Più di due ore di ritardo e tre autobus diversi per poter tornare a casa. È stata questa l’odissea che alcuni pendolari hanno dovuto affrontare oggi pomeriggio per viaggiare da Catania a Gela. Partiti alle 16:00, sarebbero dovuti arrivare alla stazione alle 17:45, minuto più minuto meno. Eppure, le lancette dell’orologio hanno segnato “appena” le 20:00 quando finalmente hanno fatto rientro. Autobus guasti, ruote da cambiare in condizioni di luce scarsa lungo una strada rinomata per la sua pericolosità. Ovvie e scontate le lamentele dei passeggeri che, dopo aver fatto esplicita richiesta dell’ennesimo pullman per ritornare a Gela, hanno dovuto attendere più di un’ora prima di vederlo arrivare. Situazioni di disagio, dunque, che hanno fatto arricciare il naso ai malcapitati che, una volta ripartiti, speravano almeno in un rimborso del biglietto da parte dell’azienda responsabile dei trasporti. Ma si sa, il detto parla chiaro: “chi di speranza vive disperato muore”.