VIDEO SERVIZIO: Al Club Vela un successo la “SERATA ROSSO VIVO” organizzata dai giovani della Fidas Adas

Gela – Amore, solidarietà, impegno. Queste le parole d’ordine che hanno dominato l’evento “SERATA ROSSO VIVO” che Simona Averna, Responsabile Progetto Giovani Fidas Adas Gela, ha organizzato presso il CLUB LA VELA, ieri sera mercoledì 22 luglio.

Ad aprire i lavori il padrone di casa, il Presidente del Club Vela, Luigi Nastasi, che ha ribadito l’impegno della sua struttura “ad appoggiare valide iniziative di solidarietà”. Il Presidente Nastasi, particolarmente felice della riuscita della serata, c’è stata una straordinaria presenza di pubblico, molto attento, ha deciso che inizierà a donare il sangue. “Non l’ho mai fatto prima- ha detto Nastasi – ma spero che in tanti seguano il mio esempio”. Ad animare la serata, il bravo Giacomo Giurato, del direttivo dell’Adas e Presidente dell’Admo che più volte si è soffermato sul valore del dono. Il Presidente della Fidas Adas, Enzo Emmanuello, ha parlato dei programmi dell’Associazione ed ha anche annunciato la costituzione del gruppo giovani che ha animato la serata, capitanati da Simona Averna.

“Tutte le nostre energie – ha detto Emmanuello – saranno spese per un progetto forte per raggiungere nuovi donatori e per creare insieme ai giovani la classe dirigente del domani. Questa sera vedere così tanta gente ci emoziona e ci responsabilizza”.

Il Presidente Emmanuello ha annunciato che insieme al Consiglio Direttivo ha deciso di nominare il testimonial della serata, il professor Francesco Pira, sociologo e giornalista, docente di comunicazione all’Università di Messina.

Pira ha raccontato la sua storia personale. Molto toccante il suo intervento. “Avevo 13 anni – ha raccontato – e mio padre è stato ricoverato d’urgenza per una emorragia cerebrale. Dovevano operarlo e serviva sangue. Allora i malavitosi controllavano le donazioni, ma con il passaparola riuscimmo a trovare due sacche di sangue. I donatori ci aiutarono in poche ore a cambiarlo con quello dello stesso gruppo di mio padre. Purtroppo mio padre morì prima dell’intervento ed il sangue servì per aiutare altre vite umane. Io giurai a me stesso che per i donatori ci sarei sempre stato e per questo da oltre 15 anni svolgo attività di formazione e ricerca per far crescere la loro donazione. Sono anche socio onorario della Fidas di Gioia del Colle (Bari), ma poter essere a fianco dei donatori a Gela, città che sento un po’ mia è un vero privilegio”.

ROSSO VIVO è stato un momento speciale dedicato alla donazione del sangue e in modo specifico sulle motivazioni che avvicinano i giovani al mondo della donazione e del volontariato. Durante l’evento anche l’annuncio di Rosario Savasta,diversamente abile, che si sta preparando per una traversata dello Stretto di Messina come testimonial della Fidas Adas di Gela prevista il 2 agosto.

Al termine della serata il Presidente Enzo Emmanuello ha consegnato due targhe ricorso al Presidente del Club Vela, Luigi Nastasi, e al professor Francesco Pira.

Al termine dei lavori, i ringraziamenti di Simona Averna, e poi un breve intervento di Salvo La Lumia, che ha presentato la degustazione di vini della Tenuta Barone La Lumia di Licata. Al termine musica e il lancio in aria di lanterne rosse. “Una serata davvero indimenticabile” hanno commentato alla fine sia gli organizzatori sia i presenti.

Ecco il video servizio che Accento ha realizzato con le interviste ai protagonisti della serata.

Articoli correlati