Visioni osé dalla finestra, scatta la lite condominiale

Visioni troppo hard dalle finestre accanto e scoppia la lite condominiale. Succede a Torino, dove con un biglietto i dirimpettai hanno “invitato” i vicini di casa a usare tende più coprenti o a chiudere le tapparelle per evitare lo spettacolo a luci rosse a cui assistono ogni sera. Una novità nel diario di bordo delle discussioni condominiali che ad oggi annoverava motivi quali rumori molesti, cattivi odori o l’uso delle scarpe coi tacchi di notte, tutte situazioni di vita quotidiana che si trasformano in litigi dai toni più o meno pacati fra i condomini. Decisamente diverso il caso di stavolta in cui un biglietto dallo spirito ironico o infastidito ha trovato subito risposta in chi ha scritto di volere i particolari, “minacciando” di fare altrettanto a luci accese. Che questa querelle possa trasformarsi in una competizione osé? Resta di fatto che una lamentela del genere non si era ancora sentita.