Vittoria: 2500 firme per revocare la cittadinanza onoraria a Crocetta

Raccolte 2500 firme nella petizione lanciata su Charge.org, per chiedere la revoca della cittadinanza onoraria di Vittoria al governatore Rosario Crocetta. L’iniziativa è di Fratelli d’Italia e ora la mozione andrà in consiglio comunale. Un atto dovuto visto la straordinaria partenza di vittoriesi.   “Abbiamo aperto la nostra petizione – ha detto  il consigliere Giovanni Moscato di Fratelli D’Italia – appreso il quadro che si è profilato nella sanità siciliana. L’intercettazione della discordia rivelata dall’Espresso sarà verificata dagli inquirenti. Non è la frase che avrebbe pronunciato Tutino a fare ribrezzo. A fare ribrezzo è il sistema della sanità controllato dal cerchio magico del presidente Rosario Crocetta che influenzava nomine e progetti milionari all’interno dei nosocomi”.

“Chi ha costruito un’intera carriera sull’antimafia urlata e sbandierata ai 4 venti – prosegue Moscato – e poi stringe amicizie a dir poco torbide con personaggi come Tutino e Sampieri, dando loro estremo potere decisionale, non è degno di essere un cittadino vittoriese. Per l’esponente politico é “stato squarciato il velo dell’antimafia che serviva a nascondere la pochezza amministrativa. Il discorso di Manfredi Borsellino, figlio di Paolo  ha rappresentato una condanna netta nei confronti dell’attuale classe politica regionale: la sorella Lucia ha vissuto un calvario” .  “L’abbraccio tra il presidente Mattarella e il figlio di Paolo Borsellino – sottolinea Moscato- è l’abbraccio vero e ideale che rappresenta Vittoria e tutta la Sicilia” . E ancora “Queste 2500 firme parlano chiaro: Vittoria ha capito l’inganno!”.