Vittorio Emanuele: cuscini, lenzuola e lasonil? Le porti da casa. Finestre rotte e condizionatori guasti

Un ospedale che non possiede nemmeno le cose più banali: cerotti, condom urinario, semplici pomate, cuscini e lenzuola. Sì le lenzuola.

Quasi come andare in campeggio per la prima volta, e costretti a portare delle cose per stare meglio.

Questo quanto messo in evidenza da un nostro lettore, che si trova attualmente ricoverato nell’ospedale Vittorio Emanuele, dopo aver subito un incidente.

Il kit da ospedale prevede: lenzuola, cuscini, lasonil come base. Questo ti viene richesto in alcuni reparti.

E il personale medico costretto a turni estenuanti, così come quello infermieristico che deve trovare anche delle soluzioni altrenative per rendere il tuo soggiorno più agevole. A volte però non riesce a trovare tali metodi ed è costretto ad alzare le spalle, e rivolgere le mani al cielo per dire “Mi dispiace, non le abbiamo!”.

Per non parlare delle serrande rotte, condizionatori guasti nelle stanze. Insomma un ospedale che mostra tutta la strafottenza della politica regionale, nazionale e di una dirigenza che a deciso di mettere in disparte il nosocomio gelese, privandolo anche delle cose basilari.