Vittorio Emanuele: operatori sanitari a rischio di licenziamento, incontro con direttore Asp

Si terrà oggi l’incontro dei precari “in scadenza” Asp Cl 2 e dei rappresentanti sindacali NurSind(che lo scorso 20 maggio hanno realizzato un sit-in di protesta dinanzi alla Direzione Generale Asp) con il Direttore Generale dell’Azienda Ospedaliera, Dott. Carmelo Iacono, per discutere del contratto di lavoro di 30 operatori sanitari a tempo determinato (infermieri, ausiliari ed ostetrici) con scadenza al 30 giugno, di cui 6 dell’ospedale Vittorio Emanuele. Alcuni operatori sanitari hanno già ricevuto la lettera di licenziamento, anticipata di 15 giorni rispetto alla scadenza del contratto. Il tutto, in applicazione dello Job Act, che vieta il reiterarsi del contratto a tempo determinato per oltre 36 mesi. Durante l’incontro si parlerà anche della situazione del Presidio Ospedaliero di Mazzarino e Niscemi, per capire le intenzioni del Management Aziendale.
“Apertura – ha detto Giuseppe Provinzano, portavoce di Nursind Gela – anche da parte della Presidenza della Regione, in visita giovedì al teatro Eschilo di Gela, che metterà a disposizione la sua segreteria per un incontro a Palazzo d’Orleans, nella persona di Nelli Scilabra, qual’ora non dovessimo avere risposte positive da parte della Direzione Generale. Ma siamo davvero fiduciosi che questo problema possa risolversi immediatamente dopo l’incontro con il Direttore Generale”.
All’incontro parteciperà una delegazione del personale con contratto a tempo determinato ed una delegazione del sindacato NurSind, sindacato delle Professioni Infermieristiche.
 

Articoli correlati