Voleva che interrompesse la relazione con la figlia, scatta la rissa. Denunciati tre gelesi

Si reca con il figlio a casa di T.I.A, ventiquattrenne nato in Germania ma residente a Gela, per dissuaderlo a continuare la relazione con la figlia, ma scoppia una rissa. Scattano le denunce da parte degli agenti del Commissariato di Gela per il giovane e per C.N, gelese di 63 anni, padre della fidanzata. Il reato di cui devono rispondere, cioè rissa, è stato compiuto il 27 marzo scorso, i tre dopo aver discusso animatamente in mezzo alla strada, sono venuti alle mani. tant’è che il T.I.A. presentava dei graffi ed escoriazioni al collo e alle braccia e i due consanguinei lamentavano di aver subito calci e pugni e il danneggiamento dell’autovettura in loro possesso colpita a calci. Inoltre il personale della Volante  ho ritrovato sul posto in terra un coltello da cucina, che  padre e figlio  avevano riferito che fosse di proprietà del T.I.A. , mentre quest’ultimo invece riferiva che durante la colluttazione era caduto al C.N. che lo teneva celato all’interno del giubbotto. 

 

Articoli correlati