Lida Gela con Gez: aiutiamo cani maltrattati e persone indigenti. Dove sono le istituzioni?

Aiutiamo le persone in stato di indigenza , attiviamo i servizi sociali, salviamo gli animali , è compito di tutte le persone di coscienza . Le istituzioni dove sono? Questo quanto sottolineato dal portavoce della Lida Max Greco.

Durante il fine settimana i volontari dell’associazione animalista, assieme alle Guardie Ecozoofile della Lida, agli operatori dell’Asp e agli agenti di polizia municipale, hanno eseguito dei controlli sullo stato di salute dei cani, e sulle segnalazioni di maltrattamenti sui quattrozampe. Si è iniziato con la zona del lungomare, ma si procederà anche negli altri quartieri per sensibilizzare l’amministrazione.

“Dobbiamo essere i volontari , continuamente snobbati e ostacolati a far emergere queste storture ? ” Ha sottolineato Greco.
Proprio sabato sono stati individuati due cani che versavano in un grave stato di salute, rinchiusi in una abitazione nei pressi della zona Municipio. I due pelosi sono stati inviati al rifugio sanitario per ricevere le cure. Un altro cane, sempre in condizioni precari a causa della rogna, è stato invece lasciato con il suo proprietario
“.Abbiamo ricevuto due multe da parte della polizia municipale mentre eravamo in azione di soccorso” . Ha detto Greco.
Quei 400 euro di multa verranno sottratti ai soccorsi per i cani abbandonati e di cui dovrebbe occuparsi l’amministrazione.
Intanto sono andati persi i finanziamenti europei per la Pet therapy i. A quanto pare la Regione Sicilia non ha certificato all’Unione Europea il progetto, in quanto non funzionante. Infatti da quando sono stati completati i progetti, l’annunciata Pet Therapy non ha preso mai vita. Ad annunciarlo qualche giorno fa è stato l’esponente gelese del movimento cinque stelle Giuseppe Lo Monaco con il deputato nisseno Giancarlo Cancelleri.
“Mai nessun contributo ricevuto dall’amministrazione. Il finanziamento europeo per la pet terapia perduto per non averci ascoltato e per non dialogare con la Lida che ha attivato il personale formato secondo le linee guida nazionali . ” Ha detto Max Greco.

Nella foto i due cani sequestrati sabato dalle guardie eco-zoofile Lida. Il primo Nerone, con evidente rogna in stato avanzato, linfonodi ingrossati ai lati del collo sospetto leishmania, il secondo che una volta era un simil maltese, ora ha 15 anni , rogna , cecità, in uno stato pietoso , sono stati portati al canile sanitario di Caltanissetta, dove verranno monitorati.

I cani sequestrati vivevano con un uomo che non non  è in grado nè  di mantenerli né di accudirli in quanto vive in una condizione precaria.

Seguiranno altri controlli

Questo il numero Iban se volete contribuire alla raccolta per le azioni della Lida Gela, mettere come causale ” aiuto Lida Gela “