Voucher: referendum il 28 maggio. Stamani Cgil al mercato settimanale di Gela

S’intensifica la campagna sui referendum promossi dalla Cgil per l’abrogazione dei voucher e per la responsabilità solidale in materia di appalti, la cui data è stata stabilità stamani per il 28 maggio prossimo. Stamani la confederazione sindacale era presente al mercato settimanale 
” Incontrare i cittadini, ascoltare le ragioni delle amarezze diffuse e profonde che investono interi territori e tante generazioni, prendere atto per l’ennesima occasione delle ricadute negative del jobs act voluto dal Governo Renzi e dalle forze politiche che lo hanno sostenuto, tutto ciò è un passaggio fondamentale che rafforza l’idea che il mondo del lavoro può cambiare, restituendo tutele ai lavoratori e rafforzando l’idea che le imprese sane vanno salvaguardate dalle imprese false che deviano il percorso degli appalti”.  Ha detto Ignazio Giudice, segretario della Cgil nissena
“In troppe occasioni- ha continuato il segretario della Cgil  anche negli appalti pubblici abbiamo assistito ad un reale indebolimento dei diritti, solo nel Comune di Gela è famoso il caso del costruendo parcheggio di Caposoprano dove i lavoratori denunciano ed il Comune da un lato revoca l’appalto e dall’altro non riesce a garantire il salario lavorato agli stessi lavoratori”.
” Con la proposta referendaria della CGIL sulla responsabilità  solidale negli appalti, casi del genere non acaadranno più. Ed ancora – ha concluso il segretario – l’utlizzo sfrenato dei voucher che negano il diritto alla maternità, alla malattia, al riposo. Anche oggi, tra la gente, ci si è resi conto della consapevolezza che cambiare leggi è possibile ed il popolo lo farà con coscienza e rigore. A chi amministra consigliamo di stare tra la gente, uscire dal palazzo è una bella opportunità democratica.”

Articoli correlati